banner0

La conta dei danni

Sabato 06 Agosto - 17:24

E dopo il maltempo si contano i danni. Esperti e tecnici della provincia e della protezione civile hanno effettuato numerosi sopralluoghi. 15.000 metri cubi di detriti sono scesi a valle ieri nella zona di Sant Antonio di Fleres, principalmente trasportati dal rio Covolo. Metà del paese di Sant Antonio di Fleres è isolato. Si lavorarà nelle prossime ore e nei prossimi giorni per mettere in sicurezza tutte le zone. Danni in diversi torrenti in Val Badia ed Alta Pusteria. Proseguono gli interventi di bonifica nel rio Bioc e nel rio Bronsara a San Martino in Badia e nel rio Pfarr a Marebbe. Diversi ponti sul rio Furcia sono stati danneggiati ed i Bacini montani stanno allestendo delle strutture alternative. La strada per Longiarù/Kampill è temporaneamente riaperta dopo i lavori di sgombero. Questo pomeriggio, intorno alle 15, si è verificata anche una colata detritica nel rio Ciamaur nel Comune di San Vigilio di Marebbe. Gravi danni da erosione si sono verificati nel rio Aderer, che scorre da Plan de Corones attraverso Riscone nella Rienza al ponte Lamprecht. Nella barriera costituita da cavi metallici che attraversa la gola della Rienza, sopra lo stadio del ghiaccio, sono stati trattenuti legname e detriti che i Bacini montani stanno provvedendo ad asportare.

Unsere Multimedia-Plattform

  • 18/08 ore: 22.18

  • 18/08 ore: 13.51

  • 18/08 ore: 08.01

  • 17/08 ore: 20.16

  • 17/08 ore: 13.58

  • 17/08 ore: 08.09

  • 16/08 ore: 20.33

  • 16/08 ore: 13.39

  • 16/08 ore: 10.53

  • 15/08 ore: 19.28